Converse All Star II (Made in Usa, 1978)

Cosa unisce la Pro Leather e la Chuck Taylor? Il modello che vedete in foto è uno dei primi ibridi della storia del basket, un vero capolavoro di semplicità e qualità costruttiva, dai tempi in cui Converse era una divisione dell’azienda americana Eltra (come testimoniato dal timbro presente su ogni box dal 1972 al 1979). Tempi in cui queste All star II rappresentavano un’alternativa economica, e molto valida, alle costose “Dr. J”: non stupisce dunque che fossero molto diffuse sui playground newyorchesi, e degli Stati Uniti tutti. Un capolavoro di semplicità (soprattutto in questa versione total white), privo del classico logo Converse e dei fori per la traspirazione vicino alla suola nella parte interna della tomaia, ma decorato con il classico design “chevron” sul lato.

Le quotazioni, soprattutto nel caso di condizioni dead stock, sono ancora alte; ma il piacere di indossare senza problemi un paio di sneakers vecchie quasi quarant’anni, non ha prezzo.

Ti è piaciuto l'articolo?

Clicca sulla stella per votare!

Media voto 4 / 5. Numero voti: 1

Ancora nessun voto! Vuoi essere il primo?