Advertisement Advertisement

From Detroit with love: StockX punta sull'Italia

StockX, sito fondato a Detroit nel 2016 dallo startupper Josh Luber e da Dan Gilbert (patron della squadra di basket Cleveland Cavaliers), vanta più di 8 milioni di utenti unici al mese, con un giro di affari di quasi 2 milioni di dollari al giorno. Trattasi come molti di voi sanno di un market secondario, o meglio di resell, come va di moda oggi. StockX mette in contatto venditori e acquirenti, permettendo di fare offerte con transazioni “bid and ask” in tempo reale. Acquirenti e venditori sono così in grado di vedere i prezzi dei prodotti in tempo reale e possono acquistare o vendere immediatamente al prezzo di listino più basso o fare un’offerta che può essere successivamente accettata.  Tutti i prodotti, prima di essere spediti all’acquirente, sono verificati per qualità e autenticità da un autenticatore autorizzato StockX. In questo modo, la piattaforma garantisce il 100% di autenticità per ogni articolo acquistato e venduto sul sito. A ottobre 2018 la piattaforma ha aperto il primo Authentication Centre europeo a Londra e punta ora ad aprirsi a tutto il continente. La piattaforma ha già attirato l’attenzione e le simpatie di molte star mondiali e tra i suoi investitori come il rapper Eminem, il DJ Steve Aoki, la modella Karlie Kloss, l’attore Mark Wahlberg e il Ceo di Salesforce, Marc Benioff. Il prossimo passo è l'Italia; come ammesso dallo stesso CEO del brand, il prossimo futuro coinvolge il nostro paese, considerato un mercato fondamentale per i c.d. luxury goods e privo di veri competitors nel settore. Staremo a vedere se in futuro il brand approderà fisicamente anche dalle nostre parti.