La causa di Nike contro l’app MIRROR di proprietà di Lululemon potrebbe cambiare il panorama del fitness digitale.

Nike Inc. ha accusato Lululemon Athletica Inc. di violazione di brevetto relativa al suo dispositivo fitness Mirror e ad altre app in una nuova causa intentata la settimana scorsa. Lo Swoosh sostiene che Lululemon ha violato sei dei brevetti di Nike argomentando di possedere i diritti su alcune “tecnologie sportive digitali“e che questa proprietà può essere fatta risalire al 1983, quando l’azienda ha depositato una domanda di brevetto su un dispositivo che misura la velocità, la distanza, il tempo e le calorie consumate dall’utilizzatore.

Nike sostiene che questi elementi digitali, che includono attività computerizzata, monitoraggio della frequenza cardiaca, dispositivi indossabili di rilevamento del movimento, sensori di attività, vengono utilizzati ingiustamente da Mirror, uno strumento per fitness a casa che Lululemon ha acquisito per 500 milioni di dollari nel 2020.

Secondo Liza Amlani, principale e fondatrice della società di consulenza Retail Strategy Group che in precedenza ha lavorato con marchi come Ralph Lauren e Nike, l’ultima azione dello Swoosh rappresenta uno sforzo per andare all-in nel settore chiave che sa di possedere: commercio phygital e coinvolgimento digitale.

Image credit: Lululemon Inc.

Ti è piaciuto l'articolo?

Clicca sulla stella per votare!

Media voto 5 / 5. Numero voti: 1

Ancora nessun voto! Vuoi essere il primo?