Advertisement Advertisement

Vintage Spotlight: Reebok Club champion 1986

Reebok Club champion 1986 -  Made in Korea

Le Reebok Club Champion sono state lanciate in produzione nel 1984, e ai tempi si trattava di scarpe da tennis dal profilo decisamente performance: pur non contenendo ritrovati tecnologici all'avanguardia, si trattava di uno dei modelli più funzionali dell’epoca dal punto di vista tecnico. Le caratteristiche principali delle Club Champion erano le stesse che ritroviamo nei molti remake prodotti negli ultimi anni: pelle morbida e resistente per la tomaia,
collare imbottito, footbed ammortizzato e suola in gomma. Oggi le Club Champion si chiamano semplicemente Club C. Questo modello OG (che in condizioni deadstock vale più di 250 dollari) è proprio lo stesso indossato sui campi da Miloslav Mečíř, mitico tennista slovacco capace di raggiungere il quarto posto della classifica ATP e giocare due finali del Grande Slam, agli US Open e agli Australian Open. Anche se non riuscì mai ad arrivare al risultato più importante, Mečíř divenne un tennista di culto tra gli appassionati grazie al suo stile di gioco ingannevole e ai movimenti fluidi e felpati, che gli fecero guadagnare il nomignolo di “gattone”. Altro nickname fu quello di “ammazza-svedesi” per la facilità con cui, sornione, faceva fuori uno dietro l’altro temibili tennisti scandinavi come Mats Wilander, a cui impedì la conquista del Grande Slam nel 1988 a Wimbledon, e Stefan Edberg, battuto alle Olimpiadi di Seoul nel 1988, anno in cui conquistò quella medaglia d’oro che rimane il titolo più importante della sua carriera.
Prima dell’avvento di Michael Chang, e delle Reebok Pump, era senza dubbio lui il tennista più rappresentativo del roster Reebok.