UNDERCOVER x VALENTINO CLIMBERS

Review: UNDERCOVER x VALENTINO CLIMBERS

Materiali7
Colorazione6
Concept7.2
Retail5.6
Resell5
6.2

Ecco una collaborazione certamente inaspettata, tra due mondi fashion che solo poche stagioni fa sarebbero sembrati agli antipodi l’uno rispetto all'altro. Valentino, uno dei marchi simbolo dell’haute couture italiana e dell’eleganza femminile, da ormai qualche anno saldamente nelle mani di un direttore creativo, Pierpaolo Piccioli, che ha saputo rilanciarne le sorti si unisce ad Undercover, parte della trinità fondamentale di quell’avanguardia che dagli anni Novanta in poi ha saputo cambiare la moda giapponese, miscelandola sapientemente con lo streetwear e rendendola un punto di riferimento per lo stile globale. Nonostante la distanza geografica, culturale, stilistica, Piccioli e il deus ex-machina di Undercover Jun Takahashi hanno trovato un terreno comune nella letteratura gotica di Edgar Allan Poe, il cui ritratto appare sovrapposto alla linguetta di queste Climbers, parte della linea Valentino Garavani ovviamente intitolata al fondatore della maison italiana. Certo, rimane da spiegare la sovrapposizione, proprio sopra gli occhi dello scrittore, dell’immagine di un UFO. Ma del resto, Takahashi è sempre stato un amante delle grafiche fantascientifiche, e quindi non c’è molto di cui stupirsi. In ogni caso il risultato è grossomodo soddisfacente, sempre che sia il vostro genere di gusto.

Ti è piaciuto l'articolo?

Clicca sulla stella per votare!

Media voto 0 / 5. Numero voti: 0

Ancora nessun voto! Vuoi essere il primo?