Il colosso americano delle acquisizioni imposta la nuova direzione commerciale del brand di Boston.

Dopo quindici anni nell’olimpo dello sneakerworld, il brand sportswear con sede a Boston, si trova a ripartire da zero sotto diversi profili, in primis sul posizionamento di mercato e la supply chain. Proprio questo lunedì, ABG ha infatti annunciato di aver firmato un accordo con il gruppo britannico JD SPORTS per garantirsi la distribuzione nei suoi circa 2.800 negozi in Europa, ma anche negli Stati Uniti sotto i retailers JD, Finish Line, DTLR, Shoe Palace, Size?, Sprinter e SportZone. Un accordo importante che riguarda sia le sneaker sia l’apparel e che pur non essendo esclusivo rimarca le ambizioni di Reebok di essere considerato un player importante al pari di Nike, Adidas e gli altri big del settore.

Dopo acquisizioni importanti per ABG si profila forse la sfida più grande ovvero quella di rilanciare a livello mondiale il brand di origini inglesi e ricavare profitti che giustifichino al Cda la scelta presa. Staremo a vedere come si sviluppa la questione, tenendovi aggiornati sull’evoluzione di questo passaggio importante nel settore.

 

Ti è piaciuto l'articolo?

Clicca sulla stella per votare!

Media voto 0 / 5. Numero voti: 0

Ancora nessun voto! Vuoi essere il primo?