A short story: Matteo Ferri

Uno shoemaker di periferia

Tra le storie che si sentono in giro, quella di Matteo Ferri parla di un ragazzo appassionato di sneakers come ce ne sono tanti ma con un sogno nel cassetto: offrire al pubblico le proprie creazioni fatte rigorosamente a mano.
Matteo viene da Roma nord, apre la propria bottega in stile vintage che contiene al suo interno anche una collezione di vinili che si possono ascoltare proprio come si faceva negli eighties per mettere a proprio agio la clientela. Matteo tutt'ora si occupa prevalentemente di cura e riparazione delle calzature, ma i suoi sforzi sono diretti a spingere il proprio brand chiamato non a caso "CuoYo". Matteo disegna e realizza personalmente quelle che sono le richieste dei propri clienti, per un servizio tailor-made incentrato tutto sulla personalizzazione del prodotto.
Per maggiori info sulle creazioni di Matteo potete consultare il profilo facebook a questo indirizzo, in attesa che il sito web sia pronto.

Photo credit: Roberto Spigarelli